tradurre in:

Nell'erba, tra selvaggio Balzaminov,
Margherite e foresta bagnata,
mentiamo, mani ributtato
E il cielo dopo aver tolto la testa.
Erba in una radura di pini
Neprohodima e spessa.
Noi pereglyanemsya di nuovo
Cambiare le posizioni e le posizioni.
e, immortale per un po ',
Siamo stati chiamati alla schiera dei pini
E da malattie, epidemie
E la morte rilasciato.

Con monotonia intenzionale,
come un unguento, blu gustaya
Per andare ai coniglietti di terra
E rovinare le maniche.

Dividiamo il resto Krasnolesye,
Sotto la formica brulicante
Sosnovy miscela ipnotica
Limone incenso respirazione.

E così ferocemente su blu
Le canne fuoco run-up,
E abbiamo lunghe braccia non vynem
Da sotto le teste Cocked,

E tanto latitudine agli occhi,
E così docilmente tutti al di fuori,
Che da qualche parte dietro i tronchi del mare
Immaginando tutto il tempo che.

Ci sono onde di cui sopra questi rami,
e, Dumping un masso,
Castle Cave gamberetti
Troubled con il fondo.

E la sera per un rimorchio
Al traffico raggiunge l'alba
E olio di pesce ghisa
E opacità nebbiosa di ambra.

Si sta facendo buio, e gradualmente
Luna seppellisce tutte le tracce
Sotto schiuma bianca magieyu
E l'acqua magia nera.

Un'onda rumoroso e soprattutto,
E il pubblico poplavke
La folla al palo con un manifesto,
distanza indiscernibili.

I più letti poesie di Anna Achmatova


Tutte le poesie di Anna Achmatova

lascia un commento