diffamazione

E calunnie mi ha accompagnato ovunque.
Il suo passo strisciante ho sentito in un sogno
E nella città morta sotto un cielo impietoso,
Vagando a caso per il riparo e pane.
E il bagliore del suo incendio tutti gli occhi,
il tradimento, come innocente la paura.
Non ho paura di lei. Su ogni chiamata a un nuovo
Ho una risposta decente e dura.
Ma il giorno inevitabile, ho già prevedono, -
All'alba arriverà ai miei amici,
E il mio sogno più dolce singhiozza disturbato,
E scapolare mettere sul petto refrigerata.
Nessuno non so se andrà,
Nel mio sangue la bocca incessante
Considerato il risentimento nebyvshie non stanca,
Tessendo la sua voce in preghiera requiem.
Ed egli ascolto tutta la sua assurdità vergognosa,
Per l'occhio del vicino di casa non poteva sollevare il prossimo,
Quella terribile vuoto nel mio corpo a sinistra,
Per l'ultima volta la mia anima era in fiamme
impotenza terrena, volare nella nebbia all'alba,
E la compassione selvaggia per terreni abbandonati.

1922

Valutazione
( Nessuna valutazione ancora )
Condividi con gli amici
Anna Achmatova
lascia un commento