Non ho bisogno di rati odica

Non ho bisogno di rati odica
E la bellezza austera di elegiaca.
per me, poesie tutti dovrebbero essere fuori luogo,
meno, come persone.

Se solo sapessi, da ciò spazzatura
versi crescono, senza vergogna,
Come recinzione dente di leone giallo,
Come tazze e quinoa.

Un grido arrabbiato, tar odore fresco,
Lo stampo misterioso sulla parete ...
E versi suona già, zadoren, amorevole,
Per la gioia di voi e me.
21 gennaio 1940

Vota:
( 2 valutazione, media 5 a partire dal 5 )
condividi con i tuoi amici:
Anna Akhmatova
Aggiungi un commento