In quel lontano anno, quando ho acceso l'amore…

In quel lontano anno, quando ho acceso l'amore,
Come festa croce, nel cuore del condannato,
Non stai Meek dove si aggrappavano
Il mio petto; ma gli artigli di falco.
Izmenoj Pervola, maledizione vino
Hai bevuto il suo amico.
Ma è giunta l'ora per gli occhi verdi
si guarda a se stessi, a labbra crudeli
Pregate invano regalo dolce
E tali giuramenti, Quello che non avete sentito parlare,
Quello che nessuno ha mai detto.
Acque così avvelenata
Per seguirlo a piedi nel deserto
Si perse e, Yearner fortemente,
La fonte non si trova nelle tenebre.
Beve la morte, acqua aggrappato raffreddare,
Ma se la sete di morte tempra?

Vota:
( 1 valutazione, media 4 a partire dal 5 )
condividi con i tuoi amici:
Anna Akhmatova
Aggiungi un commento